Ciao! mi chiamo Mariarita!
La passione per il meraviglioso mondo delle miniature nacque quando, a tre anni ospite a casa di una zia, scovai in un sottoscala una bellissima casa di bambole, costruita dallo zio. poi, crescendo, con pochi soldini e quindi pochi giocattoli, la mia creatività di bambina prese forma in accessori e cibi per la mia Barbie. Da adulta questa passione si è risvegliata durante un week-end a Bruxelles, entrando in un negozio piccolissimo ma stracolmo di meraviglie in miniatura. e' stato un colpo di fulmine che tuttora mi accompagna e mi arricchisce. Grazie ai consigli dei fantastici soci dell'ADMI e il supporto della mia meravigliosa famiglia, ho potuto ampliare la mia conoscenza di tecniche e materiali sempre nuovi.

Minimariba Miniature

Minimariba Miniature

lunedì 23 aprile 2012

Cassetta portapane

Vi ricordate le lezioni di "applicazioni tecniche" alle scuole medie? La classe divisa in maschi e femmine: le femmine a fare il cucito e i maschi i lavori con il legno... uffa!!!! anch'io volevo lavorare con il legno... non volevo cucire!!! Oggi mi sono levata una piccola soddisfazione: ho progettato, tagliato e assemblato questo piccolo contenitore per il pane... di quelli che si usavano una volta! Questo sassolino dalla scarpa me lo volevo togliere... mi è sempre rimasta sullo stomaco questa assegnazione a priori dei ruoli... senza possibilità di scelta! per fortuna ora le cose sono cambiate e sia maschi che femmine imparano le stesse cose e possono avere le stesse opportunità di scegliere il proprio futuro (almeno in teoria ;oP!!!)





Ora che ci ho preso gusto mi sa che prenderò qualche altra rivincita ;oDD!!

15 commenti:

Patrizia ha detto...

Mariarita e' delizioso, devo dire che il lavoro e' riuscito alla perfezione! Complimenti.
Un bacione
Patrizia

Angela ha detto...

E' a dir poco stupendo...
Quando andavo io alle medie si chiamava "educazione tecnica" ed è stata per me una premonizione, sì perchè ho avuto la fortuna di avvicinarmi al legno ed è proprio in terza che ho scoperto l'amore per questo materiale splendido...e sai che cosa ho costruito? un bancone da bar in miniatura per una taverna...
comunque davvero complimenti sei stata bravissima...e a dire il vero non è mai troppo tardi per imparare! Ci facciamo regalare un bel corso da falegname??!!
baci
Angelina

cockerina ha detto...

EVVAI!! ah ah!!
Mariarita, è perfetto, alla faccia del professore di applicazioni tecniche!! pure io avrei voluto usare la fresa, all'epoca, ma devo dire che il cucito mi è servito ugualmente, e poi come vedi non è mai troppo tardi...
quando ho visto mio figlio con l'ago in mano, in seconda media, mi è venuto da ridere, ma buon per lui, prima o poi gli servirà.
sennò a che serve la parità dei sessi?? :))
baci
Caterina

Cris Bottaro ha detto...

Mariarita é uma perfeição!!! Muito lindo!! parabéns e muitos beijos em teu coração.

MelyMel ha detto...

E fai benissimo!! Questo mobiletto è perfetto, non preoccuparti per le mancate lezioni sul legno di scuola, non ne hai affatto bisogno!
Un bacio
Mely

Susanna Zanchi ha detto...

Ciao!Mi e' piaciuto tanto il tuo commento sulla divisione dei ruoli nelle scuole medie di "una volta" vedo che ti sei rifatta benissimo!!!!un bacione!

carmen ha detto...

preciosa!

luisa ha detto...

troppo bello!!!!!! se è la prima volta che provi a costruire qualcosa in legno..... complimenti! chissà tra un po' che meraviglie ci farai vedere!!!!!
luisa

julia ha detto...

Precioso, te quedó precioso, me encanta.
Mil besos...JUlia.

Fabiola ha detto...

Splendido! Anche senza lezioni su come lavorare il legno alle scuole medie. A noi, invece, lo facevano usare, ma niente cucito!
Ciao Faby

Mona ha detto...

Like it!!!
Mona

Eleonora ha detto...

Io lo chiamerei il professore....giusto per dirgli che s'è perso qualcosa!!!! E comunque non vale...non avrai fatto applicazioni tecniche, ma com'è che sei brava sia con le stoffe che con il legno??? Complimenti, è veramente delizioso!

tuseiregina ha detto...

Il mio professore di applicazioni tecniche era un geometra,e ci faceva fare disegni tecnici con l'odiatissimo compasso con cui finivo sempre per bucarmi.
Le rivincite bisogna anche sapersele prendere sfruttando il talento con passione e perseveranza come fai te.
Buona festa della Liberazione,
Alessandra

Susi ha detto...

Perfecto trabajo, me gusta mucho¡¡¡
Mejor has aprendido despues, tu eres una mujer de mil recursos, y lo has conseguido¡¡¡
Vas a Paris????
Besitos

Mari@-Il Cucchiaino Magico ha detto...

Ciao Mariarita come stai? Che lavorone!! È bellissimo. Aspetto di vederne altri ;o)) Baci